Google+ Followers

mercoledì 19 luglio 2017

Modificato l'art. 114 della nostra Costituzione all'insaputa di tutti.



Nessuno se n'è accorto o tutti fanno finta di nulla.

E' stato modificato, di fatto, l'art. 114 della nostra Costituzione?

Il nuovo testo è stato cosi modificato:
La Repubblica è costituita da una grande torta a forma di stivale e da due altre piccole torte che amministratori, impiegati e imprenditori, senza scrupoli, possono tranquillamente mangiare di giorno e di notte a loro piacimento.
La Repubblica è circondata, inoltre, da tantissimi altri cittadini, residenti nei Comuni, nelle Province, nelle Città metropolitane e nelle Regioni, che restano lontani dalla Repubblica e a guardare come i primi si mangiano la grande torta suddivisa ormai in tanti piccoli o grandi settori a seconda degli interessi.
La Repubblica resterà in vita fino a quando non resterà l'ultima fetta di torta. Solo quando arriverà quel momento (non mancherà molto) ci si accorgerà che la festa e la mangiatoia è finita.
Subito dopo sarà dichiarata la fine della Repubblica Italiana.


Il vecchio testo recitava cosi:
La Repubblica è costituita dai Comuni, dalle Province, dalle Città metropolitane, dalle Regioni e dallo Stato.
I Comuni, le Province, le Città metropolitane e le Regioni sono enti autonomi con propri statuti, poteri e funzioni secondo i principi fissati dalla Costituzione.
Roma è la capitale della Repubblica. la legge dello Stato disciplina il suo ordinamento.




lunedì 17 luglio 2017

Pensiero del giorno.


Pensiero del giorno.
Anche il Comune di Lecce si appresta (ormai) a collocare ben 10 autovelox (tangenziale est e superstrada per Brindisi).
Ma la notizia non è questa.
La notizia è che per il "noleggio" di questi strumenti il Comune di Lecce dovrà sborsare, in base ad un bando di gara, una somma vicina a 1.800.000,00 euro l’anno (iva esclusa).
Il mio (umile e modesto) pensiero è che il Comune di Lecce (come tutti gli altri), anzichè spendere tutte quelle somme in favore di questi (inutili) strumenti elettronici e di un unico imprenditore potrebbe assumere e collocare sulle strade almeno 80-100 vigili !
Tornare, quindi, alla cultura del normale fermo del veicolo e del controllo quindi ai normali posti di blocco ... alla penna e al blocchetto.
Ma quale sicurezza stradale può offrire l'autovelox se poi la multa arriva a casa del proprietario (e non dell'effettivo conducente) dopo giorni e giorni dalla presunta infrazione?
Bisogna punire severamente solo chi sbaglia.
E questo può avvenire solo con la contestazione immediata.
Basta con questi (inutili) strumenti ameno fino a quando non inventeranno un autovelox in grado di "fermare" chi non è nello stato psico-fisico di guidare un veicolo o di "fermare" (prima che sia troppo tardi) un veicolo in condizioni NON idonee per circolare.
Poveri noi.

lunedì 13 marzo 2017

Otranto. 1° Trofeo Torre del serpe competizione ciclistica Mtb.


Il "1° Trofeo Torre del serpe" è una competizione ciclistica che si terrà il 26 marzo 2017 in località Palascia a Otranto, a cura dell'ADS Team Bike Galatina.

PROGRAMMA

Ore 8.00 - raduno di tutti i partecipanti alla manifestazione presso area portuale Otranto;
Ore 9.30 - partenza della gara;
Ore 11.30 - arrivo previsto;
Ore 12.00 - premiazione e rinfresco;

Quando

Da 26.03.17 (h. 07.30) a 26.03.17 (h. 12.30)

Otranto. Camminata del mare: dai faraglioni di Sant’Andrea a Porto Badisco il 23.4.17.



Salento Faber organizza, con il patrocinio del Comune di Otranto e del CEA Terre di Enea,
Camminata del mare: dai faraglioni di Sant’Andrea a Porto Badisco
Domenica 23 aprile 2017

PROGRAMMA
Ore 5.59: Ritrovo spiaggetta di Sant’Andrea (per chi volesse vedere l’alba) - colazione presso il “Babilonia”
Ore 6.30: partenza

I TRATTO: Sant’Andrea/località Santo Stefano (arrivo previsto ore 9.30 – 10.00)
Sosta presso la spiaggetta del villaggio “Le Cale di Otranto”
Km 9 - facile

II TRATTO: località Santo Stefano/Molo Santi Martiri
Sosta presso il “Maestrale” (arrivo previsto ore 12.00 – 12.30)
Km 8 - facile

III TRATTO: Molo Santi Martiri/Faro Punta Palascìa
Sosta e visita guidata al Faro a cura del Cea Terre di Enea (arrivo previsto ore 16.00 – 17.00)
Km 9 – medio

IV TRATTO: Faro Punta Palascìa/Spiaggetta Porto Badisco
Sosta presso “Approdo di Enea” (arrivo previsto ore 18.00 – 19.00)
Km 7 - medio

Ad ogni tappa ci saranno dei pullman per permettere a chiunque lo volesse il ritorno alla propria auto. Possibilità di percorrere tutte le tappe o alcune.
Quota di partecipazione per intero percorso € 10,00
Quota di partecipazione per singola tappa € 5,00
L’intero incasso sarà devoluto al progetto “Nota il Mondo” di Salento Faber.

Per info e prenotazioni: Roberto 335 5301322

Quando

Da 23.04.17 (h. 05.59) a 23.04.17 (h. 19.00)

mercoledì 8 marzo 2017

8 Marzo la Festa delle Donne.

A tutte Voi ...
e a Te donna .... che leggi
che hai la forza
la pazienza
la passione
e le palle più degli uomini...

Auguri 1


martedì 28 febbraio 2017

“Sciati a casa ca sa fattu tardi ….”. Ovunque Tu sia "Ti voglio ancora bene Mamma".

Ovunque Tu sia
"Ti voglio ancora bene Mamma".

Sciati a casa ca sa fattu tardi ….”
Queste le tue ultime parole.
Ti ho lasciata seduta sul lettino dell’ospedale nella tua classica posizione di bambolina.
Eri li da pochi giorni.
Sono stato l’ultimo ad aver ricevuto il tuo sguardo mentre lasciavo quel corridoio dell’ospedale.
All'uscita della stanza i nostri sguardi si sono incrociati ancora per l’ultima volta.
Forse lo sentivi che stava succedendo qualcosa ma Tu come al solito non hai voluto dare fastidio.
Sciati a casa ca sa fattu tardi ….”
Le tue ultime parole.
Erano le 20:00 del 28 febbraio 2007. Come posso dimenticare quel giorno?
Nell'ascensore dell’Ospedale e lungo il tragitto verso casa pensavo a quello sguardo.
15 minuti. 15 maledetti minuti.
Il tempo di arrivare a casa......
E il cellulare suonava, suonava e suonava ... 
Ma nessuno poteva rispondere alla chiamata dell’Ospedale..... perchè il telefono, proprio quella sera, lo avevo dimenticato in macchina ...
Cinque chiamate senza risposta.....
Non era da me. Non era mai successo....
Fui avvisato dai miei parenti della chiamata dell'ospedale e del Tuo malore dopo 15 minuti che ti avevamo lasciata.... li seduta sul letto ... tranquilla come una bambolina.
10 minuti dopo quell'avviso ed ero da Te.
10 minuti che non sono stati sufficienti per darTi quell’ultimo abbraccio e bacio che forse mi avevi chiesto con quello sguardo.
L'ultimo Tuo sguardo. Che non scorderò mai. 
Io non non l'avevo capito che da li a poco sarebbe successo quello che è successo.
Non posso dimenticare tutto questo.
Non posso dimenticare la Mamma che sei stata.
Sono passati 10 anni e mi sembra come fosse ieri.
Sei stata la migliore Mamma del mondo. Come posso dimenticarmi di Te Mamma?
Sentivo e sento il bisogno di scriverTi il mio pensiero e spero Ti giunga ovunque Tu sia.
Si ovunque Tu sia: "Ti voglio ancora bene Mamma".