Google+ Followers

domenica 1 febbraio 2009

Il mio premio al tiratore scelto.

Dopo aver ricevuto la visita da parte di una giovane blogger palestinese
questo è il mio premio (foto) per il tiratore scelto che vorrei far pubblicare
in maniera permanente in tutti i blog
e far girare per il mondo
unitamente al testo: ASSASSINO nella propria lingua.
.
.
ATTENZIONE
PRIMA DI ACCEDERE AL SITO
CLICCANDO SULLA FOTO
SAPPIATE CHE ALL'INTERNO
VI SONO FOTO SHOCKANTI
E POCO PIACEVOLI

Assassino
Vrasëse Asesina القاتلة Убийца Assassina Vražedkyně MURDERESS Žena ubica Murhaaja MEURTRIÈRE Homicida 女性の殺人者 Φόνισσα Pembunuh wanita Zabójczyni Moordenares Zabójczyni Homicida Женщина-убийца Жена убица Vražedkyně MÖRDERSKA Babaing mamamatay-tao Mörderin Katil Жінка-вбивця Gyilkos nő.
Per chi vuol rendersi conto del succeso e dell'evolversi di questo messaggio sulla piattaforma di Beeplog.com del mio vecchio blog lo può verificarlo su: http://otranto.beeplog.it/140339_460697.htm

50 commenti:

Angelo azzurro ha detto...

Ciao Luciano. Limmagine è scioccante! Ma non la pubblico perchè non capisco le lingue sotto e non mi fido...vorrei sapere bene sempre quello che pubblico. Scusa.

Sa ha detto...

Questo post , Luciano è di forte impatto e bellissimo. Complimenti.
Mentre per la foto, strappa le lacrime dal viso, occorreva una sensibilità come la tua per pubblicarla!
Grazie,
Sa

antonietta ha detto...

chi tocca i bimbi non merita di vivere

Vane ha detto...

ciao Luciano.. che immagine devo dirti che ho un nodo in gola.. non so che dire...

buona serata^^

Veneris ha detto...

Mio Dio! Dopo aver visto quella foto io non ho più parole e neanche più la voglia di stare al computer. Scusami io non ce la faccio a pubblicarla.

Luciano ha detto...

Ragazzi io ho a cuore la Pace nel Mondo. Sono entrato nel sito di qualcuno che evidentemente chiede il nostro aiuto. Non ha caso tra le tante foto (che consilgio di non vedere) ho scelto questa.
Vorrei che la foto di questo bimbo colpito al cuore facesse il giro del mondo.

Luciano ha detto...

Volevo aggiungere che sarebbe nostro dovere parlare di questi argomenti. Ora anzichè far girare altri tipi di premi che noto in tutti i blog del mondo preferirei girasse questo premio (foto con testo: assassino) perchè forse il messaggio colpirà il cuore di qualcun'altro in grado di decidere le sorti del mondo. Oppure il cuore di chi ancora non si è reso conto che non è un film ma una realtà che dobbiamo affrontare tutti nessuno escluso.

Anonimo ha detto...

"L'OLOCAUSTO DEL VENTUNESIMO SECOLO!"

È l’unico titolo che queste immagini suggeriscono. Le vittime di un passato terribile, di una strage insensata in una guerra non voluta, sono diventate carnefici, la domanda che l'umanità dovrebbe porsi è ... perché?
"io mi chiedo come può l'uomo uccidere un suo fratello...", era la domanda nella canzone di Guccini “canzone del bambino nel vento”, paradossalmente una canzone commemorativa per i bambini, vittime dell’olocausto nazista: l’antinomia per eccellenza.
Mentre i vertici politici, seduti ad una tavolata imbandita cercano di trovare le loro soluzioni per i propri interessi, centinaia di bambini vengono trucidati e nessun media ne parla, perché l’immagine da trasmettere è quella di una guerra qualsiasi, immagini standard, per non fare propaganda di favoritismo, per non suscitare panico. Abbiamo condannato i colpevoli del passato per le mostruosità, che ha subito un popolo senza colpa, lo stesso popolo che strumentalizza il suo trauma in un’apocalisse su altri innocenti. Attoniti stiamo a guardare l’inferno. Ora, quanto duro può essere l’effetto, pregherei tutti di guardare le immagini e poi volgere lo sguardo ai propri bambini e riflettere. Riguardo le immagini e mi viene in mente un aforisma di Oscar Wilde: «Finora ignoravo cosa fosse il terrore: ormai lo so. E' come se una mano di ghiaccio si posasse sul cuore. E' come se il cuore palpitasse, fino a schiantarsi, in un vuoto abisso.»

Luciana Martena
libera giornalista

Luciano ha detto...

Luciana Ti ringrazio davvero di cuore per il tuo bel commento e messaggio da professionista che hai voluto lasciare in questo blog.

Sonia Schmorantz ha detto...

Acredite que sua semana vai ser muito feliz,
que todos os dias o céu tem uma nova cor
e que o Universo conspira a seu favor,
sempre que você assim o quiser.
Assim que seus olhos avistarem o sol pela manhã
lembre-se que este novo dia está por ser escrito
e pode ser sempre um dia feliz,
se você se permitir assim...

*Alidiluna* ha detto...

Luciano
linkerò il tuo post nel mio blog,ma la foto perdonami non sarà tra quelle che con dolore e con fatica ho visto!

Giulia

Luciano ha detto...

Giulia
ovviamente non costringo nessuno a lanciare questo messaggio in rete o meglio di bloccare tutti i premi che vedo in giro per donarne uno, uno solo, a quel bastardo artefice di questo gesto. Anche la tua idea che ho già visto nel blog può essere utile l'importante è che tutti guardino in faccia la realtà. Non possiamo più giocare ma fare qualsiasi cosa per fermare questo nuovo olocausto.

*Alidiluna* ha detto...

E' una iniziativa che mi sono subito sentita di appoggiare Luciano!

Nel mio piccolo,passo parola!

Giulia

sileno ha detto...

Luciano, scusami ma non riesco a pubblicare le foto, anche se sono reali, fin troppo reali!
Ti ammiro per la tua forte carica umana affrontando un problema come i bambini vittime innocenti.
Non so di chi sia la colpa dei terribili episodi di Gaza, so benissimo chi sono, invece, i martiri sacrificati da coloro che seminano odio anziché grano e sangue invece di solidarietà.
Solidarizzo per la tua battaglia in favore degli innocenti.
Sileno

azzurra ha detto...

ogni commento è inadeguato a tanta brutale oscena violenza....
http://thisplanetiswonderful.blogspot.com/2009/02/assassino.html

Martin ha detto...

Non credo che pubblicherò quella foto, ma sicuramente tratterò l'argomento con il link al tuo articolo. Ciao, Martin

Luciano ha detto...

Grazie Azzurra per aver compreso in pieno il senso del messaggio ed averlo publicato interamente:
http://thisplanetiswonderful.blogspot.com/2009/02/assassino.html

Grazie ancora per il tuo gesto.
Io ritengo giusto mostrare al mondo la realtà e non nasconderla! Un nostro silenzio sarebbe ancor più grave.

Giovanni Greco ha detto...

Immagini troppo crude che putroppo rispecciano la verità di quello che sta accadendo a Gaza.
L'uomo è così stupido a farsi la guerra, anche perche poi ci vanno di mezzo i bambini e gli innocenti come sta acadendo.
Non me la sento di pubblicare il link alla foto poichè il blog contiene, immagini come dicevo prima, troppo rcrude e accapriccianti. Sai su internet navigano anche i bambini e non me la sento che cliccando su un link del mio blog vedano quelle immagini.
Comunque fai bene a parlare di queste cose, perchè non se ne parla mai abbastanza.
Auguro a quei popoli la pace ed ai bambini tanta felicità.

Giovanni Greco ha detto...

Immagini troppo crude e raccapriccianti che purtroppo rispecchiano la verità su quello che sta accadendo ai bambini di Gaza.
Non me la sento, proprio per questo motivo, di inserire il link poichè la foto porta al blog che presenta delle immagini troppo sconcertanti.
Su internet navigano tutti anche i bambini e non vorrei che cliccando su un link del mio blog possano vedere certe immagini.
Auguro a quei popoli la pace e ai bambini tanta felicità.
Comunque fai bene a trattare questi argomenti perchè non se ne parla mai abbastanza.

Felipegonzales ha detto...

Sono immagini davvero scioccanti. Sono senza parole.

fratello vento ha detto...

non hai fatto altro che mostrare la "me..a" che l' uomo può realizzare. anche io ho trattato questo tema nel mio blog e credo debbano farlo tutti, basta omertà su questi piccoli cadaveri!

scrittrice75 ha detto...

è un orrore. E poi dicono che l'inferno è da un'altra parte, L'inferno è qui sulla terra.

ilaria ha detto...

Luciano io sono gia' mamma di un bimbo di 5 anni quindi capisco piu' di quello che credi..come posso contribuire?faccio girare il post?un bacio...

katiu ha detto...

Chi tocca un bambino, e lo riduce in questo stato, non merita una vita.
L'inferno è veramente su questa faccia della terra, e la cosa che più mi fa rabbia è che spesso, spessissimo, la maggior parte del mondo gira la testa dall'altra parte.
Uno schifo!

Luciano ha detto...

Ilaria.
Io credo che debba essere dovere di tutti i cittadini del mondo rendere note queste immagini e non nasconderle perchè servono a riflettere e far riflettere.

maria rosaria rossini ha detto...

luciano, tu hai la mia ammirazione perché dici la tua, sempre. però non credo sia una buona idea diffondere immagini così forti... i blog sono pubblici, anche se nostre personali creazioni, e mi sembra ingiusto, pur essendone fortemente sensibilizzata, porre di fronte a tale orrore chi potrebbe non reggerlo, volente (non aspettandosi cose così raccapriccianti) o nolente(qualcuno che ci capiti per caso). ho detto solo la mia.
a presto

Peppe ha detto...

Non ho parole!

UIFPW08 ha detto...

Luciano proponi e vedremo però ricordati che: vero è che la guerra non ha confini ma è pur vero che il tema, forte, può non essere condiviso sia per ideologia che per spirito di coscenza.

Valentina ha detto...

E' terribile, certi bimbi sembrano ancora vivi pur con i corpicini straziati. E sono certa che lo siano nel grembo di Dio. Io vorrei pubblicare foto di bambini vivi, felici, con tutta la loro meravigliosa energia... La guerra non guarda in faccia a nessuno. Certo le foto dei bimbi feriti e uccisi fanno una straziante tenerezza, ma il dolore di donne, uomini, vecchi, è altrettanto atroce. Gli uomini dovrebbero spendere le loro risorse fisiche, economiche, intellettuali, unicamente per migliorare le condizioni di vita sull'intero pianeta, senza nazionalismi e fanatismi. Questo lo sappiamo tutti. Ma personalmente, come individui e blogger, abbiamo poco potere. Un bravo a Te per il coraggio dimostrato nel "dire la tua", anche stavolta, e in quanto al "premio", be'...io, questo coraggio di pubblicarlo non ce l'ho. Ricorderò i bambini di Gaza in un altro modo, più facilmente sostenibile dalla sensibilità comune. Grazie, grazie per aver condotto la nostra attenzione su questo tema. Più fondo è il dolore, più alta è la speranza.

cinzia. ha detto...

Ciao Lucy, Non sò cosa risponderti, l'immagine è troppo forte....troppo.

Il mio cuore, non mi permette....
non sò come spiegarlo.

Odio chi fà del male ad un essere umano, figuriamoci poi ad un BAMBINO....che ha avuto solo la colpa di trovarsi davanti a dei mostri.

per il tuo sogno, nel mio blog, posso parlare della storia, ma non mi chiedere di mettere quella foto, nn ci riesco proprio....

in un mio post, ho inserito la foto della bambina colpita alla testa, ma è viva, era bello vedere la bimba tra le braccia di un soldato che dormiva con lei.

Io ho sofferenza a causa di chi viene meno alla vita per mano di altri, mi hanno sparato un cugino......no! nn ci riesco proprio...scusami, perdonami......
baci cinzia.

Cinzia ha detto...

caro Luciano, per te, e per amore della pace nel mondo ho fatto 3 post, inseriti proprio ora.

sono dedicati a te ed alla tua impresa.
un caro saluto Cinzia.

andrea ha detto...

ciao luciano,non ho cliccato sulle foto, comunque grazie e ho detto la mia con un post

Luciano ha detto...

Grazie a Voi Tutti.
Anche se non si vuole utilizzare quella foto che io ho scelto per un motivo ben preciso è importante che se ne parli della stessa in qualunque modo o maniera.
Io come pochi sanno sono un ex militare e mai mai mai mai avrei fatto un gesto simile ad un bambino a costo di rimetterci io la mia vita.
Grazie a Voi Tutti il messaggio sta girando il mondo. Dalle 08.30 alle 09.35 gli ultimi 20 accessi al post sono avvenuti oltre che dall’Italia in maniera ripetuta nell’intervallo da: Poland, Spain, United States, Germany, Netherlands, Greece, Turkey, France.

intrigantipassioni ha detto...

... Nella mia vita ho visto e continuo a vedere cose orribili... ma ogni volta e' comunque un dolore, sorpattutto quando si tratta di bambini...

Ho imparato a non forzare le percone, eprcio' non posso pubblicare nel mio blog l'immagine... anche perche' il mio tipo di blog non e' adatto ad accoglierla...

Novemberside ha detto...

Ho già trattato questo argomento e pubblicato foto simili a questa sul mio blog e continuerò a farlo perchè credo sia giusto che la gente sappia. Complimenti vivssimi per il blog.

Marianna ha detto...

gia la morte è terribile ma quando tocca una creatura innocente e in quel mondo allora dal profondo del cuore ti viene da dire dio dov'è?

laur@ ha detto...

ti ringrazio del tuo passaggio nel mio blog,non so se pubblicare la foto

Anonimo ha detto...

Scusate ho visto questo messaggio interessante sulle discussioni di panorama.it e vorrei chiedere a chi non è d'accordo a diffondere questa significativa foto: forse è meglio divulgare una foto hard?
Io sono dell'idea che bisogna fare davvero i complimenti all'autore di questo messaggio.
Tiziano

Anonimo ha detto...

tremendo. io non ho un blog se l'avessi non avrei alcun problema a lanciare questo messaggio.
Bravo.

Luciano ha detto...

Ragazzi questa volta sono io senza parole.
Ho scoperto con grande meraviglia dalle statistiche di Vivistats che lo stesso articolo pubblicato sul mio vecchio blog della piattaforma "beeplog" (http://otranto.beeplog.it/140339_460697.html) ha avuto la bellezza di 132 accessi fino a questo momento. Davvero inaspettato. Gli accessi? Davvero da tutto il mondo!
Probabilmente renderò pubblico questa sera lo straordinario successo.

Desy ha detto...

Tremendo... sono senza porole...

Dino ha detto...

Io mi chiedo solo:
"PERCHE'?"
Anche se sono,purtroppo, agghiaccianti è giusto che la gente sappia.

lella ha detto...

mamma mia........sto male;nn posso vedere queste cose.Ke mondo di M!!!
Sono d'accordo sul parlarne xkè è giusto non tenere nascoste queste cose,ma pubblicarle a me fa star male:non guardo neanke tv e scusami ma nn mi sento di metterla permanente sul mio blog:potrei taggarti un link,va bene?
E poi sei sicuro ke kiedono aiuto o sono foto in cui sono soddisfatti dei risultati?:-(
e cmq mi kiamo Lella non Nella :-)
ciaoooooooooooo

Luciano ha detto...

Lella scusami con tutti questi nomi e nick name a volte capita di sbagliare.
Lella non possiamo fare finta di niente.
Sei libera di fare come credi. Anche taggarr il link va bene.
Cara Lella il nome del sito "Palestina ferita" dice tutto.
Il messaggio sta viaggiando per il mondo bisogna farlo arrivare ovunque e questo dipende da tutti Voi. Vorrei colpire al cuore chi un cuore ancora c'è l'ha!

Paola ha detto...

Luciano come al solito sei una persona squisita e non faccio altro che ammirarti per quello che stai facendo una lotta per arrivare al cuore di ognuno di noi...
Sai che in genere condivido sempre tutto ciò che riguarda la pace nel mondo...
Sono stata (per un reportage) in posti altamente a rischio si può dire in trincea ed ho visto con i miei occhi cose ancora più atroci di questa... ed appunto per questo motivo stasera pubblicherò il tuo post...
Mentre scrivo una lacrima riga il mio viso...
Un bacio

Paola ha detto...

PS. trasferisco anche a Giorgio questo post....bacio

Luciano ha detto...

Grazie Paola.
Ora mi fai scendere anche a me una ulteriore lacrima.
Ma sarebbe bello se tutti noi riuscissimo, a parte le parole di circostanza, a far scendere una lacrima al resto dei cittadini del mondo.

NeLLa'S ha detto...

Ho visitato il blog che ci hai indicato...e sinceramente nn son riuscita ad andare oltre le prime immagini...
Nn riesco nemmeno a trovare un aggettivo che riesca a qualificarle...
Tutti mi sembrano essere troppo poco per la crudeltà che rappresentano...
Ciao Luciano...
NeLLa'S

ilaria ha detto...

Luciano...preferirei non inserirlo nei miei blog perche' non voglio visite "non piacevoli"..come ti ho detto prima ho un bambino e non me la sento di attirare l'attenzione di chiunque..magari lo faccio girare x email si...in privato si..un bacio:)

Alessandra ha detto...

Sono realista e chiara con me stessa.
I soldati che uccidono i bambini, hanno la guerra nel loro DNA, tramandato dai padri, dai nonni, dai bisnonni...e si può arrivare indietro di secoli...non cambia nulla, non sarà possibile fermarli neanche se scende il padreterno in persona.
Ma qualcosa di incredilbilmente significativo si può fare nell'intimità di ogni famiglia, dove l'ignoranza,la povertà, ma soprattutto l'ideologia, fanno interminabili cicli di omicidi più lenti e silenziosi, in tutto il mondo, in ogni paese in ogni città anche la più civilizzata, non solo dove c'è la guerra.
Si dovrebbe cercare di istruire a riscoprire l'amore per se stessi fin dal concepimento, perchè SE AMI TE STESSO NON PUOI FARE A MENO DI AMARE ANCHE GLI ALTRI.
Invece in tutto il mondo "civilizzato" con una percentuale spaventosa, si cominciano ad "uccidere" i bambini da dentro la pancia...
Una madre frustrata, repressa, isterica, metterà al mondo inevitabilmente un figlio con altissime probabilità di ripetere il ciclo...gli è stato trasmesso nel sangue.
Sono fermamente convinta che si può fare moltissimo per la guerra a cominciare dal vicino di casa.
L'unica speranza possibile per questa civiltà è riscoprire il rispetto e l'amore per il proprio ESSERE.
Non pubblicherò la tua foto, ce ne sono tantissime da far venire il vomito, come accendi la tv, ma sto portando in tutti quelli che incontro un seme che ritengo più importante UMANO RISPETTO E CONSAPEVOLEZZA DELLA VITA.
Grazie