Google+ Followers

mercoledì 2 luglio 2014

I tempi sono cambiati che senso ha mantenere ancora il limite di 18 anni per la maggiore età? Se, per esempio, la libertà sessuale di questi ragazzini viene espressa già a 14 anni e anche meno?


Una delle riforme che Silvio Berlusconi non ha mai proposto è l'abbassamento del limite di età, oggi fissato in 18 anni, per acquisire la piena capacità di agire.



Dicevo che i tempi sono cambiati i ragazzini di oggi sono tremendi e fanno le cose degli adulti già a 14 anni e anche meno.
Allora è veramente arrivato il momento di rivedere il nostro ordinamento giuridico in materia?
Sicuramente questa mia proposta di modifica delle leggi in materia farà piacere al sig. Silvio Berlusconi che verrebbe subito scagionato perlomeno per quanto riguarda le accuse sui minori.
Comunque a parte gli scherzi i tempi sono cambiati ed è giusto che i ragazzini di 16 anni si assumano ormai le proprie responsabilità. Poichè ormai maturi. Quindi favorevole ad ogni modifica sul diritto di famiglia, introdotta nel 1975 (legge 39/1975), che aveva fissato in anni 18 (in precedenza anni 21) la maggiore età.
Sono dell'idea che una riforma di tal fatta cambierà radicalmente anche il "lavoro".
Con il raggiungimento anticipato della maggiore età si potrebbe acquisire anche il diritto di elettorato passivo e perché no anche attivo perlomeno negli enti locali.
Una riforma anche questa che va attuata.

Nessun commento: