Google+ Followers

giovedì 15 ottobre 2009

Un problema che molti stanno sottovalutando.


Forse questa non è una grossa novità ma solo per chi vive in condominio, ovvero, per chi ha avuto la possibilità di comprare un appartamentino solo in condominio.
Ebbene da alcune ricerche dell'Anci (Associazione Nazionale degli Amministratori Condominiali e Immobiliari) è emerso che è in crescita il numero dei condomini che non pagano.

Vi chiederete: come mai?

Ovvio perchè oggi chi è in condominio non finisce mai di pagare.
Dal rapporto risulta che nel 65% dei casi di contenzioso si tratta proprio di azioni per il recupero di quote non pagate. In sostanza sono in aumento le famiglie che per difficoltà economiche rimandano il pagamento degli oneri condominiali e si vedono quindi recapitare un decreto ingiuntivo.
Un problema questo trascurato certamente da chi ci governa. E questa si non sarebbe una novità.
Si teme anche un ulteriore impennata del numero dei procedimenti perchè il disegno di legge sulla riforma della normativa condominiale andrebbe a imporre all'amministratore di condominio di recuperare i crediti vantati in tempi strettissimi. Chissà che fine faranno tutte quelle persone che hanno lavorato una vita per farsi un tetto per poi vederselo acquisire cosi in maniera facile.

Infatti entro 120 giorni dalla morosità l'amministratore deve rivolgersi al giudice per richiedere il decreto ingiuntivo. Altrimenti risponde in proprio per le somme non riscosse con il rischio della revoca del mandato (e del suo stipendio) da parte dell'assemblea. Poverino....
Intanto c'è chi per pagare lo stipendio all'amministratore rischia di perdere la propria casa...

1 commento:

lella ha detto...

conosco questa situazione,purtroppo,xkè anke nel mio condominio ci son sempre le stesse persone ke faticano e/o non vogliono pagare,sicchè il bilancio è sempre in rosso.
Tanto i fessi ke pagano siam sempre gli stessi :-(((
Lella