Google+ Followers

lunedì 9 marzo 2009

L'attesa e la sala d'attesa.


Settembre 2008

Chiamo l'ASL
Dopo 15 minuti di attesa:
Io: Pronto? Salve vorrei prenotare una Rmn pelvica con contrasto per la signora y.
Asl: Si ma per questa si deve recare di persona presso l'ospedale X
-
-
-
-

Mi presento con la signora y presso l'ospedale specificato X distante da casa solo 32 km.
Allo sportello della Rmn nessun dipendente. Attesa di 10 minuti
Io: buongiorno dovremmo prenotare una Rmn pelvica con contrasto
Infermiera: si ma per questa deve recarsi dal primario che deve autorizzare.
Ci rechiamo presso lo studio del primario.
Bussiamo. Si attenda un attimo (impegnato)
Altra attesa questa volta di 15 minuti.
La signora y: Buongiorno dovremmo prenotare una Rmn pelvica con contrasto
Primario: ha degli altri esami?
Io: si

Primario: faccia vedere
Primario: può andare a prenotare.
Sportello della Rmn.
Io: buongiorno tutto a posto il primario ha detto che possiamo prenotare la Rmn.
Infermiera: è disponibile il 3.3.09 ore 11.00.
Io: ma come forse deve fare un intervento chirurgico.....
Infermiera: non possiamo fare prima.
Io e la signora y: sguardo silenzioso. Va bene.
Marzo 2009

2.3.09
Dall'Asl: pronto famiglia X?
Io: si.
dall'Asl: confermato la Rmn per domani ore 11.00? Mi raccomando a digiuno.
Io: Ok

3.3.09
Ore 10:00 si parte: 32 km per arrivare all'ospedale X
ore 10:40 allo sportello Rmn: infermiera assente.
Attesa di 10 minuti.
Arriva l'infermiera.
Io: buongiorno abbiamo una Rmn pelvica prenotata per le ore 11.00.
Infermiera: si però deve andare prima presso gli sportelli per il ticket.
Io: grrrr...
ore 11:10 presso gli sportelli per il ticket
Fila enorme prendere il numerello.
ore 11.30 presente allo sportello per il ticket.
ore 11.35 sportello Rmn infermiera assente.
attesa 10 minuti.
Infermiera: fatto?
Io: fatto
Infermiera: chiamiamo noi.

Attesa in sala di attesa.

Seduto in sala di attesa di fronte allo sportello della Rmn.
Osservo sulla mia sinistra uno spettacolo mai visto: otto sedie una diversa dall'altra.
Non ci posso credere. Riflessione: forse questa situazione rispecchia lo stato attuale della sanità.
Ore 12.00 tutto tace.
ore 12.30 tutto tace.
ore 13.00 forse qualcosa si muove.
Infermiera: singora y?
signora y: si?
Infermiera: prego si accomodi.
Io: in attesa in sala di attesa ad osservare qualcosa di inusuale.
Infermiera: signora ha portato i precedenti?
Signora: no perchè?
Infermiera: ma doveva portarli no? Ora non possiamo fare la Rmn.
Io dall'esterno: grrrr...
Signora y: scusi eh ma ieri non mi avete detto di portare eventuali esami precedenti.
Infermiera: ma è normale......
Dottore: che è successo?
Infermiera: la signora non ha portato i risultati precedenti
Signora y: ma scusi ma lei non me li ha chiesti.
Dottore: va bene ora vediamo.

Ore 13.40 RMN pelvica effettuata.
Infermiera: signora tra otto giorni può venire a rititare i risultati ma deve portarci i precedenti altrimenti non può ritirare i risultati.
Io: grrrrrrrr.....
signora y: ok
Questa è la cronaca di vita quotidiana.........

14 commenti:

*Alidiluna* ha detto...

Spero che non sia nulla per la consorte signora X..
Per il resto preferisco non commentare visto che mi sento un pò parte in causa!
Buona settimana ed in bocca a lupo per il responso!
Giulia

Novemberside ha detto...

Hai ragione, questa situazione rispecchia non solo lo stato attuale della sanità, ma anche quello dell'intero Paese. Ciao.

pasticcino ha detto...

ciao luciano ti ho risposto sul blog di ilaria... ciaoooo

tornerò con calma a visitare il tuo... a presto

SERENA ha detto...

In un certo senso mi sento chiamata in causa lavorando in un centro diagnostico...ma credimi, GRAZIE A DIO è un centro privato...ogni paziente è una perla per me...credo di essere nata per aiutare le persone e lo farò finchè campo...ODIO la sanità pubblica, odio chi nn ha voglia di lavorare e che sta mandando a rotoli l'Italia...e tutta questa burocrazia sanitaria INUTILE!! Ti servono gli esami precedenti? Dirlo prima no? ma vedi te se uno deve arrivare ad un appuntamento e per un cavillo non ti fanno passare...la signora y è stata anche fortunata, ci sono addetti ai lavori che neanche l'avrebbero fatta accomodare...che schifo! Spero solo che la signora y sia sempre in ottima salute, alla faccia loro!!

Anonimo ha detto...

Ma guarda te ........ fra poco ci toccherà portare le sedie da casa....... ma è tutto vero?

incognita7 ha detto...

e per fortuna che nella vita la cosa piu importante è la salute......
ciao..

MIRKO ha detto...

A sentire questo racconto veramente ho la nausea e mi vien da vomitare...Penso che in un ospedale pubblico queste cose non devono succedere perchè c'è gente che soffre e questi piccoli burocrati vestiti da personale sanitario sarebbe meglio che andassero a zappare la terra...se a me non piace il mio lavoro stai sicuro che il giorno dopo mi licenzio oppure se sto li almeno lavoro e mi prodigo affinchè tutto sia perfetto!!!Ci sono tanti professionisti disoccupati e sapere che nella sanità pubblica esistono ancora questi elementi mi fa rabbia e disgusto.Se fossi il direttore sanitario riunirei questi lavoratori, i pazienti e i sindacati e li metterei a confronto...dopo questo confronto farei piazza pulita,a casa.

Angelo azzurro ha detto...

Dire che la situazione è tragica è dire poco!!

Anonimo ha detto...

Bel post e ottima la foto degna di essere pubblicata su ben altre testate...
Ciao Giorgio

yashanti..il blog di una donna del sud che nasce al nord ha detto...

60 persone in fila per pagare un infame tiket? come la vedi?

Luciano ha detto...

Ciao Alidiluna niente di grave. Grazie
Concordo con Te Novemberside.
Serena è vero siamo fortunati ad avere la sanità privata ma non possiamo fare a meno di quella pubblica dal momento che paghiamo le tasse.
Anonimo speriano di non dover essere costretti a portarci anche le sedie da casa...
Incognita7 e si la salvaguardia della salute è un bene primario previsto anche dalla nostra costituzione ma...
Mirko credo che ... il pesce puzza dalla testa... a volte i dipendenti fanno la volontà dei superiori...
Angelo azzurro credo si che la situazione in ogni settore del pubblico sia grave... ma bisogna denunciare questi fatti tutti insieme perchè solo così chi di dovere finisce di "campare" ....
Anonimo grazie. Facciamo quello che possiamo.
Yashanti 60 persone in fila per pagare un infame tiket ... succede solo perchè un dirigente sanitario la "fila" non l'ha mai fatta ... e neanche i politici......
Grazie a tutti

Marianna Sinacori ha detto...

forse scriverò anche io qualcosa che riguarda la sanità dobbiamo diventare caro mio dei veri giornali sennò questi al governo nn si schiodano !

Anonimo ha detto...

LUPERTO PIERLUIGI " Il mio Pensier"

Io credo che in Italia esista un problema del pubblico, in molti settori del pubblico si sentono sempre delle male fatte,
Quello che io penso è che il problema sia di persone, di professionalità al lavoro e di rispetto del prossimo.
In Italia c’è un Privato, un privato convenzionato (Pagato dallo Stato ) e c’è il pubblico.

In tutti e tre i casi c’e la mala sanità e la sanità d’eccellenza, non dimentichiamo quello che è successo nella clinica privata, se non sbaglio Santa Lucia di Milano.

Io credo che la questione morale non è solo politica ma dovrebbe riguardare un maggior numero di persone, e poi secondo me bisogna che la gente prenda coraggio e denunciare le malefatte soprattutto al sud dove l’omertà è maggiore. E se necessario aspettare il proprio turno e non rivolgersi sempre all’amico di turno per passare avanti, magari danneggiando persone più gravi.

lella ha detto...

ma povera "X" spero sia solo un normale controllo!
La tua descizione purtroppo nn fa una piega e secondo me siete già stati fortunati.
Tutte le volte ke kiedo un esame di qualsiasi tipo,il primo appuntamento è come minimo 8 mesi dopo:inaccettabile,pazzesco!
Ci son troppe cose ke nn funzionano ,ma quello ke fa + rabbia è quando si parla di sanità dove ci dovrebbe stare gente ke lo fa x passione e missione.
I problemi interni è kiaro ke ci sono dappertutto,ma la colpa di questo degrado di ki è?
Sono i Dirigenti?Le infermiere?la burocrazia?i tagli voluti dal governo?Sai ke nell'ospedale della mia cittadina venivano da tutte le parti x la chirurgia?
Ormai nn è + così e i Prof con gli attributi si sono trasferiti in strutture private,lasciando ai new entry la responsabilità di operazioni delicatissime ke nn sempre vanno a buon fine.
Nell'attesa di trovare un colpevole..... ,speriamo di non averne di bisogno mai :-)
Lella