Google+ Followers

mercoledì 18 febbraio 2009

La risposta del Quirinale alla solidarietà espressa sul caso Englaro

Così come ricevuta pubblico qui nel blog la risposta, questa volta collettiva, ricevuta dal Quirinale in risposta alla mia mail inviata per solidarietà al Presidente della Repubblica sul caso Eluana Englaro che ha visto discutere molto i cittadini.
Comunicazione in relazione alle webmail inviate al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano sul caso Englaro.

daSegretariato Generale Presidenza Repubblica / Comunicato Englaro
a luciano1964@gmail.com

data18 febbraio 2009 13.48

oggettoComunicazione in relazione alle webmail inviate al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano sul caso Englaro proveniente da quirinale.it

In riferimento alla Sua mail e ad altre inviate al Presidente della Repubblica vorremmo segnalarLe che sul sito del Quirinale è stata pubblicata la seguente comunicazione:

“In relazione alla dolorosa vicenda di Eluana Englaro, la Presidenza della Repubblica ha ricevuto molteplici messaggi tra lettere, mail, fax e telegrammi.
Il numero eccezionale di coloro che hanno voluto esprimere un parere sulla vicenda, con valutazioni e considerazioni di segno diverso, mostra quanto essa abbia toccato, nel profondo, la sensibilità degli italiani. Nell’impossibilità di rispondere direttamente e personalmente a ognuno, la Presidenza della Repubblica intende esprimere, comunque, un ringraziamento a tutti per il contributo offerto e per lo spirito di partecipazione democratica che li ha animati.
In particolare, sono pervenuti anche 280 plichi contenenti dei testamenti biologici personali. Pur comprendendo l’intenzione dei firmatari, si deve precisare che queste comunicazioni non possono essere intese che come manifestazioni di sensibilità personale, dato che alla Presidenza della Repubblica non compete alcuna funzione al riguardo, né la responsabilità di conservarle.
Attualmente è in corso, nel Parlamento italiano, l’esame di varie proposte di legge sul “testamento biologico” e di fronte a tale processo il Presidente della Repubblica intende mantenere un atteggiamento di rigoroso riserbo nel rispetto dell’attività e delle scelte delle Camere. Resta comunque fermo l’auspicio, più volte espresso dal Presidente, che su tale normativa si arrivi ad una decisione, il più possibile condivisa, che tenga conto del dovuto equilibrio tra i beni costituzionali coinvolti”.

Per eventuali risposte si prega di non rispondere direttamente alla presente mail, ma di usare l’apposito link
https://servizi.quirinale.it/webmail.

***

9 commenti:

Vane ha detto...

grazie per l'inormazione Luciano^^.. è bello averti su facebook..

bacioni

stella ha detto...

Bisogna darsi da fare...

Il folletto paciugo ha detto...

Grazie Luciano!!!! Un abbraccio

Sabatino Di Giuliano ha detto...

grazie Luciano, per aver condiviso...

maria rosaria rossini ha detto...

ben fatto!
ciao, luciano

Versione Beta ha detto...

dev'essere stato gratificante ricevere una risposta, seppur collettiva... io ho scritto centinaia di mail, ma mai nessun cenno di risposta!!

Luciano ha detto...

Ciao Beta,
bhè in questo caso la comunicazione doveva essere necessariamente collettiva. Ma ti garantisco per esperienza personale che gli uffici della Presidenza della Republica e da ultimo anche della Camera dei deputati (Gianfranco Fini) a me hanno sempre risposto entro breve termine e in maniera personale con tanto di missiva. Forse dovresti verificare se utilizzi o meno i canali ufficiali che io utilizzo spesso per comunicare con queste personalità.
Ciao

frufrupina ha detto...

Grazie per questa informazione...buonanotte Luciano domani sarà un nuovo sole...baci.

Veneris ha detto...

Sono sempre più orgoglioso del nostro Presidente. Ciao