Google+ Followers

giovedì 5 febbraio 2009

È davvero vergognoso. Questo si che è vero e proprio accanimento.


Mi ero ripromesso di non parlare più del caso Eluana. Ma dopo le notizie che mi giungono proprio non c’è la faccio a stare zitto. 17 anni di sofferenze. Tutti i giudici possibili e immaginabili.

Ed ora cosa fa il nostro governo?
Pensa ad un decreto legge (?) (con la speranza di convertirlo in legge!?) in barba a tutte le norme costituzionali per evitare di interrompere l’alimentazione e l’idratazione ad Eluana Englaro!
Ma che razza di paese è questo?
Stiamo andando avanti a forza di decreti legge !!!!
Ma c’è un parlamento in Italia o no?
Questo è secondo me accanimento vero e proprio nei confronti della stessa povera Eluana da parte della politica che pensa con questo modus operandi di raccogliere consensi.
Il governo avrebbe preparato una bozza del provvedimento esecutivo finalizzato a sospendere l'attuazione della sentenza della Corte di Appello di Milano. E solo della Corte di appello di Milano? Son sicuro che l’Europa ci deriderà.
«L'alimentazione e l'idratazione - si legge nel decreto legge -, in quanto forme di sostegno vitale e fisiologicamente finalizzate ad alleviare le sofferenze, non possono in alcun caso essere rifiutate dai soggetti interessati o sospese da chi assiste soggetti non in grado di provvedere a se stessi».
Ma quanti vorrebbero in Italia per non parlare nel resto del mondo alimentarsi e idratarsi ed invece vengono lasciati morire di fame e di sete?
Mi auguro che il Capo dello Stato fermi davvero questa attività persecutoria di questi fantomatici politici nei confronti a questo punto della famiglia Englaro.
In questo modo il Governo delegittimerebbe persino l’operato corretto della magistratura non solo quella nazionale.

12 commenti:

andrea ha detto...

che due balle, ma perche' non lasciano in pace quella famiglia?
cosa c'e' sotto?

Rosy ha detto...

Il governo usa strumentalmente le a vicenda di Eluana per compiacere la parte moderata del nostro Paese e in primis il Vaticano. La vedova di Luca Coscioni ha ricordato giustamente che Giovanni Paolo II chiese di essere lasciato tornare alla casa del Padre. In poche parole di non accanirsi si di lui e lasciare decidere alla volontà Divina. Perchè lui si e lei no?
Io continuo a dire li abbiamo votati? teniamoceli! anche quando la vita si mantiene per decreto. Salvo poi non tutelarla quando è ancora vitale e ha il volto di tanti bambini che mendicano, che lavorano e non vanno a scuola. E' Italia o no?

Vane ha detto...

senza parole grrrr...

un bacio buona serata^^

fratello vento ha detto...

la politica...la politica..la slita noiosa politica...sempre pronti come avvoltoi! e magari sono anche favorevoli a staccare la spina....

sabrina ha detto...

Qui si parla di un essere umano che non si sà se è cosciente di ciò che le stà succedendo oppure no! Questo già è uno strazio per i genitori, poi ci si mettono i giornalisti e la televisione a rendere la cosa più straziante. Io direi è l'ora di lasciar decidere la propria famiglia cosa è più o meno meglio per la propria figlia. Adesso ti mando un saluto della buona notte e uno ciao

frufrupina ha detto...

Questa famiglia merita solo un pò di pace....serena serata.

*Alidiluna* ha detto...

A me staccate tutto!l'ho detto pubblicamente!io non voglio che ci sia accanimento di alcun tipo,semmai un giorno...!

a mio modesto parere ciò che li frena non è la coscienza..ma questa scelta creerebbe un precedente.

Anonimo ha detto...

I ministri di questo governo sono fuori di testa. Vorrei sapere da questi signori cosa ne pensano di tutti coloro che in Italia vorrebbero vivere ma non hanno pane e acqua ogni giorno.

Anonimo ha detto...

Roba da pazzi veramente con tutti i problemi che abbiamo in Italia molto più urgenti la politica trova pure il tempo di rompere i coglioni a chi soffre da 17 anni e che secondo me non è solo Eluana. Vorrei proprio vedere loro cosa farebbero al posto di Beppino Englaro

Sabatino Di Giuliano ha detto...

Non c'e' rispetto, e' un'aberrazione della realtà
ciao Luciano, stay tuned

Paola ha detto...

Giornooooo....
Non è nella cultura italiana quella di affrontare una "morte bianca" o "eutanasia" basta andare in Olanda e il problema non si pone...
Ma purtroppo viviamo in Italia e quindi esistono più Leggi e Decreti che popolazione...
che fare allora creare il caos a discapito delle vittime...
Non fa scalpore tutta questa pubblicità fa solo pena...
Meglio che vado a lavorare... ciao e buona giornata bacioni

RED ha detto...

Condivido il tuo pensiero, Luciano! La politica dovrebbe mettersi da parte di fronte a questo caso, invece no, pare lo abbiano preso per un palcoscenico da cui non vogliono più scendere ! CHE VERGOGNA!
ciao Annarita