Google+ Followers

sabato 31 gennaio 2009

La presa per il culo collettiva.


Come complicare la vita già difficile dei cittadini?
Facile. Basta inventarsi una social card di colore azzurro ben progettata con un fascio tricolore (come quello di Forza Italia).
Ma questi soldi ci sono o non ci sono in queste benedette social card?
A sentire le lamentale di molti anziani mi viene un dubbio: ma non sarà che hanno caricato solo le card di persone che appartengono solo a quel colore azzurro?
E come si spiega altrimenti il fatto che molti cittadini pur avendo il diritto al bonus non hanno mai ricevuto l’accredito di quaranta euro?
A me pare, visto che non ci sono i soldi, che questo governo abbia destinato più denaro per realizzare questa social card che per i cittadini. Ma al Governo non sono mica stupidi anzi sono troppo intelligenti (loro lo credono).
Ma io dico non si faceva prima a disporre agli enti sociali (Inpdap, Inps ecc..) la distribuzione di questi pochi euro? Perché si deve sempre trovare il modo di far guadagnare qualche presunto impresario da strapazzo (magari familiare di qualche politico) che magari con la scusa della crisi economica si è inventata la barzelletta della social card e con un semplice decreto-legge (29.11.08, n. 185) l’ha fatta poi diventare legge in questi giorni.
Mi piacerebbe sapere il costo complessivo di questa operazione: realizzazione delle card, distribuzione e loro gestione. Ciò in considerazione del fatto che il numero dei cittadini che dovrebbero beneficiarne si aggirerebbe intorno alle 800 mila unità (dicono).
Ebbene mettiamo il caso che questo intelligente imprenditore che si è inventato la barzelletta abbia previsto il rimborso per la gestione complessiva della card un minimo di 5 euro l’una e che il nostro governo lo abbia condiviso con un decreto legge poi divenuto legge qual è il risultato?
Quattromilioni di euro !!
Avete letto bene?
E chi sarà il titolare dell’azienda che ha realizzato questa cazzo di social card?
E chi pubblicizza questa social card? Qualcuno ci ha fatto caso?
Questo è il potere di chi è bravo a vendere anche il fumo.
Italia svegliamoci prima che sia troppo tardi!
In tutta questa operazione chi ci guadagna sono anche le case farmaceutiche in quanto i cittadini sono costretti a curarsi a causa di queste vessazioni e danni alla salute che subiscono.
Per me questa è solo una umiliazione per questa povera gente.
Comunque lascio a voi ogni giudizio su quella che io ritengo una vera ed ulteriore truffa ai danno dei contribuenti.

10 commenti:

Il folletto paciugo ha detto...

Ma sono sempre prese pr il culo e legalizzate pure!!!
Per averne diritto bisogna presentare l'ISEE, che ti viene preparato previa presentazione di documentazione ai centri ACLI o in Comune....E te lo vedi il vecchietto che magari fa fatica a deambulare fare tutto ciò? Non era meglio aggiungere una voce con relativo contributo sulla pensione o sullo stipendio? Fallo pure a scaglioni di reddito mensile non lordo però....così ne pigliavi tanti e regnava un poco più di contentezza.
E poi gli eco incentivi ne vogliamo parlare?
ma non hanno ancora capito che se uno ha soldi in tasca spende altrimenti tira cinghia? Scusate lo sfogo ma siamo proprio i soliti italiani che amiamo farci pigliare per il C**o...

Rosy ha detto...

Scusate mi sorge un dubbio... ehm ma qualcuno lo ha votato? perchè a leggere in giro nessuno lo ha votato. Io faccio l'esempio della scuola avevamo una buona scuola e ora la stanno smembrando pezzo a pezzo. Della serie quello che funziona lo distruggiamo!! Chi lo ha votato? io no davvero!!! perchè se la maggioranza lo ha voluto vuol dire che ce lo meritiamo o no?? io no davvero!!

Rosy ha detto...

Scusa per il fuori tema Luciano, ho pubblicato nel mio blog materiale per l'iniziativa del 12 aprile :-)

frufrupina ha detto...

CIAO DOLCISSIMO HO UN PREMIO PER TE SUL MIO BLOG,BUONA DOMENICA.

la signora in rosso ha detto...

ed ha appena cominciato...pensa alla fine della legislatura quante prese per il c....avremmo

Unforgiven82 ha detto...

Come evitare questa buffonata? Mandi una bella lettera a casa di chi ha diritto alla "social card" con scritto "caro cittadino, giorno tot alle ore tot, vieni lì che ti diamo i soldi che ti spettano per gli aiuti alle famiglie".
Si presenta chi ha diritto (divisi per scaglioni) e glieli dai IN CONTANTI quei benedetti soldi!
Tanto facile!

stella ha detto...

Caro luciano, ti invito a visitare il mio nuovo blog.

Michele ha detto...

Sono Michele di pianetatempolibero
volevo ringraziarti che sei passato nel mio blog
il tuo e' molto interessante
ti volevo proporre uno scambio link, inerendo nel quadrato seguo
se ti va fammelo sapere
buona giornata
Michele

Marco Crupi ha detto...

Ti ho aggiunto anche io nella mia lista di blog preferiti ;D

Miranda ha detto...

Si lo vorrei sapere anch'io quanto è costata questa operazione per valutare criticamente il rapporto costi/benefici. Come si può fare per saperlo?

Una risposta per Rosy: io no, proprio no te lo assicuro