Google+ Followers

venerdì 31 ottobre 2008

Questo Governo non sa come creare fumo negli occhi.



Ora allo studio di questo Governo vi è l'ipotesi di un "prestito" da 5.000,00 euro per i nuovi nati. Questa ipotesi sarebbe contro la crisi. De che? dei figli? o economica delle famiglie?


L'idea sarebbe stata "partorita" dal sottosegretario alla famiglia, Carlo Giovanardi, poi resa nota dal già candidato alla Presidenza della Repubblica già Capo del governo, Silvio berlusconi, durante un incontro con le imprese e le banche a Palazzo Chigi.

Il "prestito" di 5.000,00 euro secondo chi l'ha "partorito" dovrebbe essere rimborsato con un interesse del 4%.

Ora, presumo che per avere accesso a questa forma di finanziamento anti crisi bisognerà documentare la nascita di un figlio. A proposito questo varrà anche per gli extra comunitari?

Quindi, mi chiedo, se questo Governo ha immaginato quale cittadino di questi tempi mette al mondo un figlio.

Io penso che a parte le eccezioni di quelle giovani coppie che concepiscono un figlio per errore o distrazione chi mette un figlio al mondo oggi non può che essere uno che ha già la vita agiata.

E se così fosse allora a cosa serve questa buffonata?

E poi questo Governo ha mai anche solo immaginato che le famiglie medie sono già tutte indebitate?

Questo Governo è a conoscenza che tutte le famiglie hanno già dei prestiti o dei mutui da pagare?

Il Capo del Governo pensi piuttosto alle cose più urgenti e meno dolorose per i cittadini ovvero di ridurre le spese per la politica e sopratutto di ridurre i parlamentari!

Questa si che è una riforma urgente!

Io dico la mia.

Nessun commento: