Google+ Followers

martedì 30 settembre 2008

Pensione e pene d'amore insidie per il cuore lo dicono gli esperti.

Secondo Adnkronos andare in pensione, essere licenziati o divorziare sono eventi stressanti che spezzano letteralmente il cuore, mettendone a repentaglio la salute e aumentando il rischio di infarto. Io condivido solo in parte quanto sostenuto da Adnkronos salute (http://www.lasaluteinpillole.it/salute.asp?id=4277).

Se non altro perché una persona andando in pensione potrebbe, rinascere, soprattutto per chi a rischio infarto si trovava quando era al lavoro per ragioni che non sto qui ad elencare.

Io credo che dipenda tutto da come il soggetto la prende anche per quanto riguarda i divorzi le separazioni ecc.. Per cui ripeto quanto affermato da Adnkronos non coincide del tutto con la realtà.

Altro cosa sono invece fattori importanti come il vizio del fumo, il colesterolo alto, l'obesità o il diabete attribuibile appunto secondo fonti mediche all'80% del rischio di infarto. I fattori psicosociali secondo Adnkronos si aggiudicano il restante 20%. Semmai ritengo molto importante il fatto di perdere il posto di lavoro.

Questo si che è un trauma ed un serio rischio per il cuore quando non si riesce più a trovare un nuovo lavoro. Non credo molto invece all'infarto dal “mal d'amore”.

Io dico la mia

Nessun commento: