Google+ Followers

martedì 30 settembre 2008

Le idee originali e bizzarre di una donna insicura di sè. Parte I.

È da un po’ di tempo che leggo un libro sulle storie d’amore e sulle forme del tradimento.
Ho pensato di riportare sul blog il riassunto di una storia veramente incredibile. Perlomeno per come è andata a finire.
Ma non fatemi dire ora il finale non sarebbe giusto.
Il libro riguarda la storia di due coppie di coniugi ed una terza persona estranea entrata nella vita di queste che hanno vissuto, e in parte subito, una situazione a dir poco assurda dal momento che si è arrivati a capovolgere fatti e situazioni ed a negare fatti reali noti a più persone.
In sostanza si tratta di un innamoramento nato tra Teresa e Marcello, due persone legate entrambe da vincolo matrimoniale (rispettivamente con Antonio e Sonia).
Il tutto, narra il libro, avvenuto alla luce del giorno e sotto gli occhi di più persone.
Né Marcello né Teresa hanno però mai manifestato la forte amicizia e i sentimenti provati unilateralmente rispettando, almeno sino a quando non è entrata a far parte del gruppo la terza persona estranea, il patto di ferro deciso in precedenza.
La storia narrata dal libro è talmente incredibile che merita di essere raccontata.
Teresa ha un’esperienza matrimoniale quasi ventennale con un ricco imprenditore (Antonio) che ha sudato molto effettivamente per arrivare al risultato raggiunto tanto da aver probabilmente trascurato la propria donna e i propri figli.
E come quasi sempre accade i ricchi imprenditori che viaggiano di qua e di là non sono molto propensi ad essere fedeli con le proprie consorti. Infatti, Teresa vive da anni ed anni una situazione di disagio essendo a conoscenza dei continui tradimenti del marito.
Ma Teresa nonostante ciò e nonostante il ripetersi delle crisi pur recandosi da un legale per la separazione e pur togliendosi il proprio anello per poggiarlo sul tavolo, con tanto di biglietto al marito alla presenza dei propri figli, non decide di porre fine al suo matrimonio con Antonio.
Eppure come narrato dal libro Teresa confida a Marcello di non essersi mai innamorata di un uomo e quindi del proprio uomo tanto da non averlo mai soddisfatto pienamente sul lato sessuale.
A Teresa forse interessava più il tenore di vita agiata e la comodità che si poteva permettere. Forse era questa, da quanto inteso dal libro, la vera ragione di Teresa di non lasciare Antonio nonostante la consapevolezza e la confessione di questi dei tradimenti.
Teresa narra il libro è una donna umile. Se non altro per i suoi precedenti campi lavorativi.
Ma è anche una donna sola e il suo isolamento nonché le continue trasferte verso altri luoghi diversi dal proprio nascondono evidentemente altre verità e le vere sofferenze di Teresa.

Che Teresa nascondeva abilmente evidentemente non solo ai familiari ma anche ai vicini di casa. Il tutto sino a quando un giorno decise di fare amicizia con Sonia più grande di età di lei, di qualche anno, coniugata appunto con Marcello.
Ed è a Sonia che Teresa racconta parte della sua vita vissuta, le sofferenze, le proprie ansie e le proprie difficoltà tenute ben nascoste e mai sbandierate ai quattro venti.

Teresa dopo Sonia, la sua vicina di casa, conosce da lì a poco naturalmente anche Marcello.

E la conoscenza di Marcello sembra essere per Teresa subito un toccasana sicuramente di suo gradimento tanto da comportarsi da subito con Marcello come amici di vecchia data.

Teresa prende cognizione quasi immediatamente di alcune qualità di Marcello evidentemente a lei sconosciute tanto che la scusa per un incontro tra i due diventa di routine.

In verità l’intesa tra Teresa e Marcello è quasi immediata ed inizialmente fatta di soli sguardi e ammiccamenti.

Intesa ed amicizia che però diventa ogni giorno sempre più solida e pericolosa.

Fino a cercarsi entrambi in ogni momento della giornata.

L’intesa è anche una amicizia vera sembra nascere però anche tra Teresa e Sonia infatti non vi è giorno senza un incontro.

Teresa e Sonia escono insieme a fare la spesa oppure ogni qual volta una ha bisogno della compagnia dell’altra. Mentre Marcello, rimane in disparte non si intromette tra le due donne almeno sino a quando non percepisce e constata che è Teresa a cercarlo.
Inizialmente con la scusa di fare dei piccoli favori.
Ed è Teresa ad avvicinarsi, anche troppo, a Marcello che da lì a poco esce con le due donne.

Si forma in pratica un bel gruppo di tre persone che passano le giornate piacevolmente.

Ed è proprio a causa di questi continui incontri che Teresa conoscendo meglio Marcello inizia a dimostrare affetto e ad avanzare le più svariate richieste di favori sempre più continui.
Tanto che Marcello nella prima occasione utile confessa a Teresa di non essergli indifferente.
Il piacere di stare insieme era evidentemente reciproco tanto che …..
Fine della I parte.
Il resto ve lo riporterò in seguito a piccoli passi. Vi assicuro si tratta di una bella storia.

Nessun commento: