Google+ Followers

martedì 30 settembre 2008

La viabilità ad Otranto è un grave problema.

La viabilità ad Otranto è un problema vero tanto che l’amministrazione comunale ha pensato di prendere sul serio la problematica probabilmente con decisioni drastiche ed impopolari. Ma credo tutto sommato ormai necessarie. Non importa a questo punto se il 16 giugno u.s. la sala triangolare del Castello Aragonese dove l’amministrazione ha organizzato un incontro pubblico sul tema "Viabilità cittadina e sistema parcheggi" era affollata o meno. Ciò che ritengo importante è che questa amministrazione non sottovaluta questo aspetto critico e tipico dell’estate otrantina.
In fondo chi non si lamenta del traffico intenso in determinate ore del giorno durante i mesi di luglio ed agosto ? Se si vuole migliorare la qualità di vita dei residenti e dei turisti che scelgono di passare le vacanze ad Otranto è giusto che si prendano delle decisioni in merito anche impopolari poi sarà il tempo a stabilire se sono giuste o sbagliate. Auguriamoci piuttosto che questi interventi vengano ben accetti da tutti soprattutto per quanto riguarda i residenti, i villeggianti e gli operatori commerciali del centro storico.
Quello di prevedere i parcheggi nei pressi delle vie principali di ingresso in città era ed è una delle soluzioni meno impegnative. Io credo che sarà l’efficienza o meno dei servizi navetta a stabilire alla fine se la soluzione è quella giusta. A ciò deve aggiungersi che non può prevedersi un successo se poi i parcheggi esterni sono privi di servizi.
Io ritengo che nel caso di Otranto non era necessaria per 20/30 giorni di vera emergenza l’installazione dei dissuasori e di fioriere mobili per la cui gestione e manutenzione vi è e vi sarà la necessità di un vero e proprio fondo ad hoc.
Diverso il discorso per le telecamere a circuito chiuso che dovrebbero vigilare soprattutto nelle ore notturne. Finalmente sono state previste le di strisce blu anche nella zona Fanghi dove in estate i residenti non riescono a trovare un posto auto dopo aver spostato la propria autovettura a causa dei numerosi “clienti” in cerca di parcheggio gratuito nella zona.
Nell'incontro si è parlato anche dello "spostamento del mercato settimanale" nel parcheggio alle spalle della chiesetta della Madonna del Passo che mi trova sostanzialmente d’accordo previa sistemazione definitiva dell’area ovvero dei servizi: acqua, elettricità, sicurezza, servizi igienici. Tra l’altro in quasi tutte le città sono previsti lo spostamento dei mercati settimanali per il rispetto delle leggi anche sulla sicurezza attualmente in vigore.

Nessun commento: